please rotate your device

Lo Stilista

tour eiffel createur

Le parisDe Jean Paul Parigi e la sfida
di Jean Paul Gaultier

Gaultier
Per Jean Paul Gaultier, proveniente dalla periferia della capitale, Parigi è la terra promessa, un vivace teatro di vita che lo incanta. Una volta diventato stilista, non manca di mostrarne tutta la ricchezza gettando uno sguardo nuovo sulla ville lumière, già soggetto di innumerevoli interpretazioni. La città che risplende di lusso scintillante, tuttavia, non gli basta. Ama la Parigi grigia e bianca, con il pavé bagnato, i quartieri popolari e le zone d’ombra. Con Gaultier, la Parigi dai colori vivaci si mescola a quella dei circoli prestigiosi dell’alta società.
pigalle createur
fumeuse

Le boudoir Il boudoir

Due concetti sono fondamentali nell’opera di Jean Paul Gaultier: il corsetto reinventato e la gonna maschile. Recupera dagli armadi di sua nonna materna, Marie, i corsetti del XX secolo e le guêpière degli anni Quaranta. Lavorando sul corsetto, conferisce femminilità alle donne che non presentano curve pronunciate. Il corsetto non è più uno strumento di tortura che imprigiona il corpo della donna bensì un’incarnazione della nuova forza femminile.
lingerie createur
black createur
pose createur

Le cultedes corps Il culto dei corpi

Dall’inizio degli anni Ottanta, Jean Paul Gaultier propone la molteplicità dei generi, in un ampio ventaglio che ingloba anche l’ipersessualità e il transgender. E lancia un formidabile messaggio di libertà: Siate voi stessi, qualunque siano le caratteristiche che la natura e l'educazione vi hanno dato! Allontanandosi dall’immagine della svedese bionda e diafana, impone l’idea delle modelle di carattere. I casting intensivi che organizza completano la selezione fatta dalle agenzie di moda.
le createur
le createur

Jungleurbaine Giungla urbana

Jean Paul Gaultier è un voyeur gentile, curioso di tutto, affascinato da ciò che è diverso. I mondi che ancora non sono stati toccati dalla standardizzazione della moda sono terreni di esplorazione stilistica. Attraverso trasposizioni, deviazioni e assemblaggi, lo stilista dà vita a contaminazioni transfrontaliere. Dalla collezione Le retour de l’imprimé (prêt-à-porter Donna primavera-estate 1984), Gaultier mescola elementi d’Africa e d’Europa drappeggiando tuniche o minigonne in stile kaftan e creando capigliature con la shashia.
createur
createur

Metropolis

Da bambino, Jean Paul Gaultier era appassionato di cinema e di music-hall. La moda lo interessava solo in quanto spettacolo. Disegnava molti costumi per il cinema, la danza e il teatro. Il segreto del suo successo risiede probabilmente nella sua capacità di ascoltare e lavorare in simbiosi con gli artisti.
createur
createur
createur

Du créateurAu couturier Dallo stilista
al couturier

“Ho sempre voluto creare, nell’alta moda come nel prêt-à-porter, delle collezioni che possano rivolgersi a donne diverse, per ogni stile e ogni età.” Jean-paul gaultier
logo
jpgif
“Mi piace vedere le cose sotto una luce insolita e rimettere in questione ciò che ognuno si aspetta” Jean-paul gaultier